diagnostica non invasiva in gastrojpgPROGRAMMA DEL CONGRESSO


Razionale scientifico del corso

Le patologie dell'apparato digerente sono di notevole impatto clinico e risultano gravate da elevati costi. Test diagnostici non invasivi utilizzati in gastroenterologia ed epatologia sono in costante aumento, con importanti ricadute nella gestione clinica del paziente. Ciò in quanto essi permettono di sia ottenere una diagnosi più accurata con esami meno invasivi possibili, sia un indispensabile approccio diagnostico razionale che tenga presente delle risorse disponibili e il loro utilizzo secondo una logica di spesa. 
Il corso effettuerà quindi la valutazione di patologie dal forte impatto epidemiologico e di spesa sanitaria, come la dispepsia, la fibrosi epatica e le disfunzioni del pancreas, attraverso un approccio che si basa su metodiche non invasive. Proprio queste problematiche infatti, per le difficoltà diagnostiche e di gestione, sono tra i motivi più frequenti di ricorso ad esami diagnostici invasivi.

Sabato 9 Maggio 2015

  1. Registrazione dei partecipanti
  2. La dispepsia nell'ambulatorio del medico di medicina generale
  3. Il PEP- TEST nel managment della malattia da reflusso gastro esofageo
  4. Metodi non invasivi per il monitoraggio della funzionalità gastrica
  5. L'urea breath ed il test fecale nel managment dell'infezione da H. Philory
  6. Discussione
  7. L'ipertansaminasemia e l'iperamilasemia/iperlipasemia nell'ambulatorio del medico di medicina generale
  8. I breath test per lo studio della funzionalità epatica e pancreatica
  9. Il fibroscan
  10. Discussione
  11. Le patologie ileo - coliche nell'ambulatorio del medico di medicina generale
  12. Gli H2 breath tesat agli zuccheri
  13. La calprotectina fecale ed il colonpanel
  14. L'ecografia nelle anse intestinali
  15. Discussione
  16. Chiusura dei lavori